Alessandra Cascino

scrivo, leggo e correggo

Quando la realtà supera la fantasia: Disegniedisogni

C'era una volta una bella principessa che amava disegnare fate e sirene e inventare storie fantastiche. Un giorno finì carta e colori...e non potendo più disegnare decise di uscire per il suo regno e cercare il negozio che potesse fare al caso suo. Poteva di certo chiedere alla servitù, ma pensò che fare da sola sarebbe stato molto eccitante e per di più non era mai stata in giro per il regno da sola. Così, indossò il suo mantello e con fare circospetto, senza farsi vedere, riuscì a uscire dal castello. Quanti colori e quanta vita fuori, la principessa era talmente felice che quasi si dimenticò il motivo per cui era uscita. Cammin facendo vide una bellissima vetrina piena di quaderni e fogli decorati, l'insegna diceva "Cartolaio scribacchino, faccio magie con la carta". Quel negozio era quello che la principessa stava cercando: carta, penne, fogli, colori, decorazioni e un titolare alquanto interessante. Si trattava infatti del figlio del cocchiere di corte, lo aveva visto parecchie volte quando erano bambini, poi ne aveva perso le tracce perché era andato a vivere fuori per studiare, e adesso lo ritrovava adulto...i due non appena si conobbero avevano così tanto di cui parlare che si fece ora di chiudere il negozio e di tornare subito al castello, altrimenti si sarebbero accorti che la principessa era uscita senza permesso. Si congedarono con la promessa che si sarebbero rivisti, le fate e le sirene avevano tantissime avventure da vivere e le magie di carta erano il modo migliore per raccontarle...

Quando ho visto per la prima volta quello che Elisa e Gianni hanno fatto a Disegniedisogni non ho potuto far a meno di immaginare una storia simile. Questi due giovanissimi ragazzi, lei fumettista, lui grafico, hanno creato un'associazione ricreativa per i più piccoli con lo scopo di promuovere la lettura e la creatività, impegnando bambini e ragazzi dai tre anni sù in attività settimanali presso l'associazione Disegnedisogni. Ho avuto modo di portarci mio figlio per "l'ora dei piccoli" e siamo rimasti molto soddisfatti e felici di quest'esperienza. (Peccato che potremo andarci solo quando saremo in trasferta in Sicilia, a Gela)

Per conoscerli meglio e presentarli a voi, ci ho fatto quattro chiacchiere ed ecco cosa mi hanno raccontato.

D: Quando nasce l'idea di creare l'associazione DISEGNIEDISOGNI?

R: L'idea è nata nel 2014 dopo la pubblicazione del nostro primo libro “Lia in viaggio nella fantasia”. Andavamo nelle scuole a presentarlo, svolgevamo un laboratorio creativo inerente alla storia e da li abbiamo pensato di creare un centro culturale dove tenere laboratori di lettura e creatività.

D: Avete altri associati?

R: I nostri associati sono i genitori dei bambini...

D: Come vi è venuta quest'idea?

R: L'idea era di ricreare una grande cameretta per tutti i bambini che venivano a trovarci: inizialmente eravamo in un appartamento diviso in stanze, stanza giochi, stanza lettura e stanza laboratorio! Poi abbiamo avuto l'esigenza di spostarci per vari motivi e ci siamo trasferiti in un piano terra di 170 mq in una zona non centrale della città, ma molto comoda da raggiungere!

D: In questo periodo avete visto crescere l'interesse della cittadinanza sulla vostra attività, come vi approcciate di volta in volta ai nuovi bimbi che si aggiungono ai vostri laboratori?

R: L'approccio con i nuovi bimbi è semplice, ci mettiamo al loro livello, guardandoli negli occhi e spiegando loro che Disegniedisogni è un luogo dove vivono fate e gnomi, da li inizia la magia... piano piano senza essere invadenti spieghiamo le regole del posto e ognuno di loro capisce che può essere ciò che vuole! Un giorno una bambina si è presentata con le ali di fata dicendo alla sua mamma che DISEGNIEDISOGNI è l'unico posto dove può indossarle...

D: Social si social no, quanto conta questa variabile nel vostro lavoro?

R: Social Si!  Poiché la comunicazione può arrivare lontano! Siamo su Facebook, su Instagram e stiamo cercando di progettare un percorso su YouTube, una nuova realtà che pensiamo possa fruttare non in maniera economica, ma in maniera culturale, diffondendo e promuovendo la lettura, i laboratori creativi, il disegno. Un canale utile per tutti quei bambini, ragazzi creativi ma anche per genitori, insegnanti!

D: Nell'incipit di questa intervista ho romanzato il vostro incontro, in realtà vi siete incrociati per lavoro o vi conoscevate già?

R: Io ed Elisa ci conoscevamo già, e ci  scrutavamo, eravamo infatti, nella stessa compagnia di amici. Poi al 18esimo anno di età di Elisa è scattata la magia: siamo stati insieme per un mese, poi per via degli studi ci siamo dovuti lasciare. Io ho frequentato l'Accademia di belle arti a Catania, ed Elisa la scuola del fumetto di Palermo. Conclusi gli studi, siamo tornati entrambi a Gela, nel 2013 ci siamo rincontrati e in una sera di aprile dopo essere andati al cinema a vedere “Iron Man” ci siamo guardati con occhi diversi.

D: Siete parte creativa di numerosi libri ormai, come nascono i vostri progetti editoriali?

R: Riallacciandoci alla risposta precedente,  l'idea di lavorare insieme è nata dopo qualche mese, e unendo le due arti abbiamo realizzato tutto ciò. Non c’è un modo ben preciso di creare un progetto, non succede che ci sediamo e pensiamo, studiamo, ma capita di avere degli stimoli dai bambini che vengono a trovarci in sede, poi da lì prendiamo spunto, ne parliamo per capire se una determinata idea può funzionare. C’è anche da dire che i progetti editoriali pubblicati sono frutto della nostra infanzia!

D: "Lia in viaggio nella fantasia" è il vostro primo libro in coppia? Come è stato accolto?

R: "Lia in viaggio nella fantasia" è stato il nostro primo libro in coppia, una storia tratta dalla fantasia di Elisa, ma poi sviluppata insieme. È stata presentata al Bologna book fair per poi essere accolta da una casa editrice siciliana, adesso è di nuovo nostra, abbiamo ritirato l'opera poiché abbiamo un progetto un po’ diverso con questo personaggio!

D: Disegni di sogni ha diverse iniziative settimanali e mensili, qual è quella che ha riscosso maggiore successo?

R: Tutte le nostre iniziative e corsi hanno lo stesso obiettivo! Far apprezzare ai bambini  l'ascolto di una fiaba! Quindi che siano piccoli, grandi abbiamo il giusto riscontro...

Grazie a Elisa e Gianni per questa intervista, adesso a voi lettori grandi e piccini non resta che cercarli sui social e cliccare like sui loro profili Facebook e Instagram o visitare il sito www.disegniedisogni.com

Ps: lasciate un like anche a me qui e sui miei social ;)

158 Mi piace

Quando la realtà supera la fantasia: Disegniedisogni ... Quando la realtà supera la fantasia: Disegniedisogni Quando la realtà supera la fantasia: Disegniedisogni Quando la realtà supera la fantasia: Disegniedisogni

Condividi su Facebook