Alessandra Cascino

scrivo, leggo e correggo

Vi presento Jack e Vale

Sono il fenomeno web del momento, in pochi mesi dal primo upload di un loro video su youtube hanno cominciato a ottenere un seguito foltissimo su tutti i social e ogni settimana i loro video sono attesissimi dai loro follower di tutta Italia. Di chi sto parlando? Ma come?! Dei comici del momento: Jack e Vale ovvero il duo che ha dato vita alla web serie "Il matricomio", al secolo Jack Alvino e Valentina Aurino, coppia nella vita e sulla scena. Hanno catturato da subito la mia attenzione, ed essendo nato tra di noi un simpatico rapporto di corrispondenza, hanno accettato quest'intervista.

D: Jack e Vale in poco meno di un anno siete diventati dei personaggi cult, restando allo stesso tempo "di famiglia", come gestite il rapporto con i follower?

R: Essendo “di famiglia”, tendiamo a non considerarli follower… piuttosto una enorme cerchia di amici. Il rapporto è più intimo su instagram, dove non c’è la fiction della serie, ma la nostra vita quotidiana, momenti di semplicità familiare.  Spesso ci troviamo a chattare e a dare consigli a molte persone come se ci conoscessimo da tempo. Certo, più aumentano e più sarà difficile poter rispondere a tutti.

D: Quando vi siete conosciuti, dopo esservi sfiorati anni addietro (Jack era compagno di scuola della sorella maggiore di Vale Ndr.), avevate già intrapreso la scuola di teatro o si tratta di una passione nata insieme?

R: Abbiamo iniziato a fare teatro dopo qualche anno dal trasferimento in Toscana. Abbiamo dovuto ricreare un tessuto sociale nelle nostre vite e non essendo tipi da discoteca o palestra ci siamo detti: ”proviamo il teatro!”. Da questo sono nate delle belle amicizie, un amore profondo per il palco e Il Matricomio.

D: Come nascono i vostri sketch?

R: I nostri sketch nascono da un’osservazione analitica della vita quotidiana, forse psicoanalitica… Inoltre, la vita e le persone che incrociamo anche solo per qualche attimo ci regalano spunti incredibili…basta solo guardare il mondo con occhi curiosi.  Una volta trovato il soggetto Jack ne scrive la sceneggiatura e la dà in pasto a Vale. Se ride leggendola, si passa allo shooting.

D: Ultimamente vi siete espressi anche sul matrimonio dei Ferragnez e sull'acqua Hevian da 8 euro, dedicando due video a questi due fatti, cosa pensate del successo tramite social?

R: I social sono uno strumento potentissimo se si ha qualcosa di interessante da mostrare, ma il successo su queste piattaforme può essere tanto rapido quanto effimero. I social sono un buon punto di partenza, non l’arrivo. In ogni caso,  #restiamoumili.

D: Quali sono state le reazioni al vostro primo video?

R: Molto positive…trattandosi del primo video lo hanno visto solo gli amici più stretti e da bravi amici non hanno tradito.

D: Il Matricomio è una sit com a tutti gli effetti, immaginavate questo successo?

R: Nella maniera più assoluta, no! E’ tutto pazzesco…ritrovarci ospiti in Rai dopo poco più di un anno dal primo video è stato piuttosto inatteso.

D: Che progetti avete nell'immediato futuro?

R: Alcune importanti novità di cui però non possiamo anticipare nulla (te pareva! Ndr.), ma intanto continuare a intrattenere con i nostri contenuti, sviluppando altri format e cercando di spingere nuovi contenuti  su Instagram.

D: Vi piace molto uscire, ma sembra diate il meglio in casa, cucinando e collaborando, qual è l'ultimo film che avete visto?

R: Ci piace molto uscire ma siamo anche pantofolai. I piccoli piaceri della vita casalinga ci piacciono molto. Abbiamo provato a vedere tanti film ultimamente, ma Vale mette su la copertina, passa a sleep mode e si addormenta. Un intero film insieme, saranno mesi che non accade…forse Avengers Infinity War ma è riuscita ad addormentarsi anche al cinema… (Vale anche io a metà mi sono addormentata Ndr.)

D: Meglio il cinema o il divano di casa?

R: Dipende dalle situazioni, ci sono film che si possono vedere in casa e film che tassativamente devono essere visti al cinema. Comunque il divano è sempre top.

D: Siete due attori professionisti, in realtà svolgete anche altri lavori? Che studi avete fatto?

R: Jack è ingegnere meccanico, mentre io sono cuoca. Mi sono diplomata all’istituto professionale per il commercio, tra un lavoro e un altro ho dato qualche esame alla facoltà di economia e commercio, ma dopo un po’ ho deciso di lavorare e basta. 

D: Come vi immaginate tra vent'anni?

R: Più giovani e su qualche palco in giro per l’Italia

D: Qual è l'ultima volta che Jack ha fatto arrabbiare Vale? :)

D: Cinque minuti fa…in qualsiasi momento venga letta questa intervista...

R: Vi è capitato di ricevere commenti negativi, se sí come avete gestito la cosa?

D: I commenti negativi ci sono, ma fortunatamente molto pochi. La critica principale è quella di lavorare sugli stereotipi e che non tutti sono come coloro che rappresentiamo. Ma questo per noi è ovvio, abbiamo semplicemente scelto di rappresentare un certo tipo di uomo e un certo tipo di donna…a quanto pare molto diffusi. A tutti spieghiamo che ironia e satira sono volti a criticare certi modelli comportamentali, non certo ad esaltarli.

D: Sul vostro canale avete dato vita anche a delle sfide, come è stata accolta l'idea dai fan?

R: L'idea della sfida per l’AIL (Associazione Italiana contro le Leucemie) è stata accolta molto bene anche perché quando si parla di beneficenza l’Italia ha sempre dimostrato il suo grande cuore. Non era scontato che la gente partecipasse così numerosamente, ma siamo riusciti a raccogliere tanti soldi utili alla ricerca e di questo continuiamo a ringraziarli. Ne siamo orgogliosi!

D: Ieri e oggi, cosa rimpiangete dell'era pre social?

R: Jack è nato nel 1976, io nel 1981…sono molte le cose analogiche che rimpiangiamo…ci manca la lentezza…abbiamo perso la capacità di aspettare, di godersi un momento. La fotografia della società attuale è quella di chi va ad un ad un concerto e invece di godersi la musica e lo spettacolo, lo guardano attraverso lo smartphone facendo una diretta su Facebook. Così non va bene. Con questa risposta ora ci sentiamo vecchissimi, ma non ci dispiace essere nati in quegli anni.

D: Spesso i vostri nipoti partecipano ai video de il Matricomio, è in programma un video con la mamma di Vale?

R: La mamma di Vale si è già prestata in un video ed essendo stata brava sicuramente ne farà altri.

D: Se foste due personaggi del passato chi sareste?

R: Lasciamo decidere all’intervistratrice, per noi sarebbe troppo autoreferenziale (Azz. ragazzi...io in Jack vedo Luigi Pirandello, mentre tu Vale mi dai l'impressione di somigliare ad Anna Magnani).

D: Per finire...vi è piaciuta quest'intervista?  (Attenzione a come rispondete che so paccheri!)

R: Moltissimo! Anche perché i paccheri ci piace solo mangiarli.

Grazie a Jack e Vale e anche a te che sei arrivato/a fin qui leggendo quest'intervista, se ti è piaciuta condividila sui tuoi social e lasciami un like!

Baci Absolutely Frivolous

64 Mi piace

Vi presento Jack e Vale Sono il fenomeno web del momento, in pochi mesi dal primo upload di un loro video su youtube hanno cominciato a ottenere un seguito foltissimo su tutti i social e ogn... Vi presento Jack e Vale Vi presento Jack e Vale Vi presento Jack e Vale

Condividi su Facebook