Alessandra Cascino

scrivo, leggo e correggo

La luce antietà

Fine giornata, doccia, cena, sistemo la cucina e mi siedo sul divano davanti al nostro televisore di ultima generazione. Di solito guardo "Carta Bianca" perché sono una fan di Bianca Berlinguer. Inizialmente la mia visione era distratta perché magari mio figlio richiamava la mia attenzione. Da qualche tempo va a giocare un po' col suo papà coi lego, così posso seguire meglio. Però ho difficoltà, vedo male, i colori sono troppo abbaglianti e "caspita" quante rughe e pieghe ha invece Mauro Corona, scrittore sessantenne spesso ospite della Berlinguer... la visione mi disturba, per quanto sia interessante ciò che dicono cambio canale e sintonizzata su una qualsiasi soap vedo colori più tenui, luci mitigate, l'occhio si riposa. Passo su tgnews24 c'è la replica del tg5 la giornalista Domitilla Savignoni è sfuocata, il servizio che manda in onda no, al ritorno in studio lei ancora sfuocata e sovraesposta, il servizio successivo no. Chiamo mio marito e gli chiedo se anche lui nota e vede disturbato come me, inizio a pensare di aver qualche problema. Lui viene davanti alla tv e mi spiega...niente di grave sono effetti di "bellezza". Le conduttrici col passare del tempo sul loro viso mal sopportano la nitidezza delle nuove tecnologie e così ordinano ai cameramen e ai direttori della fotografia di sovraesporle, usare l'effetto calza all'eccesso, ma attenzione solo su di loro: gli ospiti risultano perfettamente a fuoco. Tutto ciò però trasla i colori, su "Carta Bianca" c'è un eccesso di rossi e blu, gli spettatori finiscono per cambiare canale infastiditi. Ma andiamo con ordine, la Berlinguer non è l'unica ad abusare di queste pratiche, capostipite per eccellenza è la giornalista Paola Ferrari, a seguire Barbara D'urso e in coda tutte le altre. Accettare il tempo che passa con un buon trucco e una buona fotografia sembra un'utopia. Mi viene in mente Gina Lollobrigida che un sette/otto anni fa, ad una sfilata, alla richiesta di una foto, uno dei primi selfie, rispose al mio amico che teneva in mano un iPhone: "con quel coso le foto non vengono bene, distorcono le facce quegli affari, se vuoi chiama uno dei fotografi qui e la facciamo con una macchina professionale". La cosa ci fece sorridere, allora non esistevano i filtri, magari con uno di quelli si sarebbe convinta. Ma quanto aveva ragione... Per le signore della tv, mi chiedo se questo non sia un danno di gradimento per i loro programmi, alla fine se gli spettatori cambiano canale credo proprio di sí. Spengo il televisore avvilita, mi metterò a leggere un libro.

E voi che ne pensate? Vi eravate già accorti del trucchetto?

Se volete approfondire cliccate qui.

14 Mi piace

La luce antietà Fine giornata, doccia, cena, sistemo la cucina e mi siedo sul divano davanti al nostro televisore di ultima generazione. Di solito guardo "Carta Bianca" perché sono ... La luce antietà La luce antietà La luce antietà

Condividi su Facebook