Alessandra Cascino

scrivo, leggo e correggo

“Papapa paradisooooo”

Le serie tv sono ormai i prodotti più fruiti da giovani e adulti, e con l’avvento delle web tv il fenomeno è inarrestabile, basti pensare ai milioni di utenti che ogni giorno aderiscono a Netflix, dimora delle storie più famose e gettonate del momento come “Stranger Things”. E poi diciamocelo, vedere un film, quando vuoi e come vuoi, mettere pausa e riprendere in un secondo momento è una grandissima comodità. Io utilizzo molto questo tipo di servizi, perché con un bimbo piccolo e una famiglia a cui pensare, non sempre riesco a vedere qualcosa, anzi mai…ma resto affezionata moltissimo alle serie tv vecchia maniera e soprattutto a firma Rai come “Il Paradiso delle Signore”, che da pochi giorni si è concluso su Rai2 con la seconda serie. I protagonisti, Giuseppe Zeno e Giusy Buscemi, nei personaggi dell’imprenditore Pietro Mori e della “venere” Teresa Iorio, immigrata dalla Sicilia a Milano in cerca di fortuna, anche questa volta hanno dovuto subire mille peripezie per restare uniti e vivere la loro storia d’amore, conclusasi (lo scorso 7 novembre 2017) in tragedia, dal momento che Mori sarebbe morto la notte di Capodanno 1956 vittima della vendetta di un ex amico.

Io ho adorato la prima serie e divorato la seconda a suon di risate e lacrime, l’ambientazione negli anni immediatamente successivi al secondo conflitto mondiale, curata nei minimi dettagli dalla scenografia ai costumi, sono secondo me uno dei maggiori punti di forza di questa serie diretta da Monica Vullo (già nota per Don Matteo, Un passo dal cielo, Distretto di Polizia…). Inoltre la storia corale, è stata scritta in modo da far appassionare ai protagonisti, ma anche a tutti coloro che ruotano intorno ai due. Come il pubblicitario Vittorio Conti, impersonato da Alessandro Tersigni, la ricca ereditiera Andreina Mandelli, interpretata dall’attrice Alice Torriani, e ancora la bellissima e travagliata storia d’amore tra la signorina Clara Mantovani, la bravissima Cristiane Filangeri, e il capo magazziniere Corrado Colombo, Marco Bonini. L’amore è sicuramente il leit motiv di tutta la serie, che lascia spazio anche agli intrighi, orditi dalla malvagia Rose Anderson, Andrea Osvart, intenta a separare Pietro e Teresa; e incidenti di percorso. In ogni caso, la fine di questa seconda serie ha lasciato risolti positivamente molti degli amori nati al Paradiso, come quello di Quinto e Anna - i bravi Cristiano Caccamo e Giulia Vecchio - ma anche un finale aperto per i protagonisti: Pietro Mori sarà morto realmente? Si parla già di una terza serie e spero tanto sarà così. Intanto vi lascio alcune immagini, sperando di avervi interessati a dare un’occhiata a questa fiction, tutta made in Italy, ricordandovi che grazie a Rai Play potrete vederla in streaming dove, come e quando vorrete e potrete!

97 Mi piace

“Papapa paradisooooo” Le serie tv sono ormai i prodotti più fruiti da giovani e adulti, e con l’avvento delle web tv il fenomeno è inarrestabile, basti pensare ai milioni di utenti che... “Papapa paradisooooo” “Papapa paradisooooo” “Papapa paradisooooo”

Condividi su Facebook