Alessandra Cascino

scrivo, leggo e correggo

L'abito fa la sposa

Tutto comincia da un primo passo, una tappa obbligata per l'inizio di una delle esperienze che una donna porta con sè a vita: i preparativi del matrimonio, momenti indimenticabili. Se le prime scelte, sono quelle che riguardano la data e successivamente il locale e il comune o la chiesa in cui celebrare la cerimonia; il passo successivo è quello della scelta dell'abito da sposa, operazione che di solito si compie a 365 giorni esatti dal Sí - il vestito dello sposo, invece, pur essendo importante, potrà essere scelto dai 6 ai 4 mesi prima.

Ma come ci si prepara a una scelta del genere?

Solitamente si sfogliano riviste, e siti web di settore, molto spesso però ci si innamora di abiti che non sono consoni alla propria fisicità, per questo motivo, la parola d'ordine è rimanere aperte ai consigli. Non pareri qualsiasi, ma semplicemente, ascoltare le voci di chi riteniamo importante, come le nostre madri o sorelle, chi ci conosce meglio sa anche cosa ci sta bene. Allo stesso modo, gli addetti ai lavori, come i proprietari degli atelier in cui andiamo a fare la prova dell'abito, sono al nostro servizio per consigliarci al meglio e proporci, fuori da quello che vorremmo, i modelli che possono valorizzare la nostra figura.

Le nuove collezioni arrivano tutte tra dicembre e gennaio.

Io avevo visto diverse riviste, sfogliato Vogue Sposa fino a consumarlo, ed ero convinta che mi sarei sposata con un modello principesco, ampio, con la coda e un velo importante. Niente di più sbagliato! Vestiti del genere mi stavano bene, ma non era scattata la scintilla, in più, mi invecchiavano terribilmente, e se c'era una cosa di cui ero convinta è che sarei voluta apparire "leggera" ed "eterea". Inoltre non volevo le spalle scoperte...

Insomma, inaspettatamente col tipo di abiti che piacevano a me, sembravo una grande bomboniera, mentre con linee più leggere ero tutt'altra cosa...

Il colpo di fulmine scattò al quarto abito, un meraviglioso vestito di Elie Saab, che cura la collezione Elie per Pronovias e Saint Patrick.

Un trionfo di tulle di seta e fiorellini, che con la primavera e l'11 maggio, giorno del nostro matrimonio, si "sposavano" benissimo!

Il velo, lungo, come lo avevo sempre sognato, riprendeva il motivo floreale delle maniche e della gonna. Durante la prova c'erano con me mia madre, mia zia e mia sorella, vederle illuminarsi a vedermi con quel vestito è stato molto emozionante. Durante la prova, spesso si sottovaluta il ruolo delle sarte, mentre in realtà sono loro che giocano un ruolo importantissimo. I vestiti che si provano non sempre sono nella nostra taglia, anzi il più delle volte sono di qualche misura in più, in modo da permettere tutte le modifiche del caso, perché il "nostro"-abito sia perfetto. Mi è capitato di vedere diverse spose con abiti che non gli stavano bene, che si muovevano o che erano scomodi. Io non potevo desiderare di meglio, trovando una sarta meravigliosa nell'atelier della mia città in cui ho scelto il mio abito. Una menzione speciale meritano i titolari di Grecal, Ennio e Adele, che accompagnano le spose dalla scelta dell'abito fino al giorno del matrimonio, e con i quali si crea un rapporto bellissimo. Adele ha fatto di una sua passione questo lavoro, e, dal modo in cui ti guarda, si capisce perfettamente che adora quello che fa.

Un discorso a parte, meriterebbero le scarpe, ma cercherò di essere breve. Spesso sento dire che i soldi spesi per abito e scarpe da sposa sono buttati, può essere vero per certi versi, ma a mio parere, se si porta un vestito scadente si vede; idem per le scarpe, che cambiando marchio non sono mai del bianco del nostro abito...

Le mie erano proprio quelle indossate dalle modelle nel catalogo, decolleté Pura Lopez in raso di seta bianco con un fiore che richiamava il mio abito. Su consiglio di mia madre, andai proprio nel negozio di Piazza di Spagna a provarle, erano meravigliose e c'era perfino il 39 e 1/2, che il mio numero esatto. Non avrei potuto fare scelta migliore, perché erano e sono comodissime e dovendo stare al centro dell'attenzione, questo è un particolare non trascurabile.

Se ti è piaciuto questo post, condividi o lasciami un commento, saró felice di risponderti! E non smettere di seguirmi per I prossimi post sul matrimonio!

Baci AbsolutelyFrivolous

420 Mi piace

L'abito fa la sposa Tutto comincia da un primo passo, una tappa obbligata per l'inizio di una delle esperienze che una donna porta con sè a vita: i preparativi del matrimonio, momenti ... L'abito fa la sposa L'abito fa la sposa L'abito fa la sposa

Condividi su Facebook